mercoledì 24 ottobre 2007

Quetzacoatl e altri mostri

Quella di oggi è stata una giornata importante. Marco è tornato dal viaggio di nozze (e così mi faccio un po' i c*** i suoi...) e abbiamo trovato il tempo di mettere in ordine le idee per La Tela. Se fino ad ora avevamo superato un sacco di scogli in questa tragica navigazione a vista che ci ha costretto a rivedere molte cose in funzione di una trama più organica e siginificativa, ora siamo arrivati alla sintesi finale. Una lunga chiacchierata a ruota libera ha evidenziato nuovi problemi ma soprattutto nuove ed importanti soluzioni che formano il preludio a un capolavoro (e non sto affatto esagerando!). Ora si tratta solo di lavorare sodo per dar loro forma concreta.
Cambiamo progetto. Il seguito de ISDV sarà probabilmente diviso in due parti. Mentre ISDV era diviso in PARTE I, PARTE II e PARTE III, era mia intenzione realizzare per il seguito una PARTE IV e una parte V. La storia va avanti e riprende da dove avevamo lasciato i protagonisti. Non posso aggiungere altro. Ieri ero convinto di aver terminato la PARTE IV quando ho aggiunto due capitoli ai precedenti 13, devo ancora scriverne buona parte ma credo di potercela fare entro la fine del mese. Per quanto riguarda la PARTE V mancano invece quattro capitoli che devono essere stesi per interi. Conto di farlo in Novembre. Seguirà una stampa per l'inzio di Dicembre e la correzione di quanto scritto. Poi per Natale Asengard riceverà il malloppone.
Cambiamo ancora progetto. Tempo addietro l'infaticabile Leonardo Colombi aveva lanciato la proposta di una raccolta di racconti fantasy cui avevo contribuito assieme ad altri appassionati scrittori. Bene, il frutto delle nostre fatiche ha portato ad una proposta editoriale, anche se limitata a soltanto alcuni di noi e individualemnte, all'interno di una collana che si occupa esclusivamente di brevi racconti. Il mio era uno di questi fortunati e probabilmente vedrà la luce a breve. Era più un racconto fantastico che un fantasy classico, guardava i Maya e i Conquistadores sotto un'altra luce. Incrocio le dita e affronto un nuovo progetto.

La forza, anche se nascosta, genera resistenza - proverbio navajo

2 commenti:

Filippo ha detto...

Fico,non vedo l'ora di leggere per intero "Il serpente piumato(o alato,non ricordo)o come si intitolerà.Te lo ripeto,a me è piaciuto molto:splendida ambientazione,ottime descrizioni e in generale innovativo fra i fantasy dei nostri giorni.Ancora(ma quando finiranno ;)tanti complimenti.

PS:mi raccomando di al caro Jason Engle di farmi una copertina degna del prossimo capolavoro.

Anonimo ha detto...

Beh, io soppratutto vorrei vedere l'immagine di quel quetzalt o come si chiama